“SIRR (spatial impulse response rendering)”: la nuova sperimentazione sonora di Tiziano Milani con Luca Sciarratta

Nuova tappa sonora nel viaggio di ricerca sperimentale di Tiziano Milani, musicista elettroacustico spesso ospite di Cronache da Thule, qusta volta in duo con Luca Sciarratta e per la di questi Rudimentale, net/cd-rlabel di Agrigento:

SIRR (spatial impulse response rendering)
(Luca Sciarratta & Tiziano Milani)
cat. #rdm017

Spatial Impulse Response Rendering (SIRR) can be used to reproduce room acoustics with any multichannel loudspeaker system. In SIRR the time-dependent direction of arrival and diffuseness of measured room responses are analyzed within frequency bands. A multichannel response suitable for reproduction with any chosen surround loudspeaker setup is synthesized using the analysis data. The resulting loudspeaker responses are used in a multichannel convolving reverberator, and the synthesized responses create a natural perception of space corresponding to the measured room.

Tiziano Milani: electronics, effects, field recordings, prepared piano, laptop, tapes, editing, cut up.
Luca Sciarratta: lloopp, effects.

PREZZO/PRICE: € 5.00 (spese di spedizione incluse/shipping included)

Tiziano Milani, architetto specializzato in acustica, si è avvicinato alla musica sperimentale nella seconda metà degli anni ’90. La sua passione “professionale” per la cattura dei suoni lo ha portato a dedicare il proprio lavoro sonoro a questo particolare tipo di musica. “Nulla nei suoni che raccolgo viene affermato con volontà e intraprendenza, bensì sussurrato o bisbigliato quasi casualmente, come un discorso involontariamente colto in metropolitana o accidentalmente origliato attraverso la parete di un albergo. L’approccio ai suoni non va semplificato perché ogni singolo suono non è che una piccola parte di un tutto che andrebbe seguito nel suo itinere teoretico e poi meccanico. All’interno di ogni brano si trovano stratificate fasi di lavoro diverse (contemporanee e no). In alcuni casi i suoni provengono dallo sfioramento, dalla percussione, dalla rottura di oggetti a cui sono apposti microfoni. In altri casi, sono la risultante di flussi manipolati. La musica, generalmente identificata in poche, singolari caratteristiche: attenzione al suono in sé piuttosto che alle relazioni dei suoni tra loro, dunque apparente sconnessione formale dei singoli eventi e svolgimenti rallentati; moduli minimamente variati lungo decorsi temporali smisurati. Comporre i suoni in una successione consequenziale diviene così meno interessante che “disporli sulla tela del tempo”. Una musica dichiaratamente nata dall'”esperienza astratta”, è in realtà intessuta, disseminata di presenze eterogenee. I processi ripetitivi sono la regola, ma non occupano mai molto “tempo” e lasciano il posto a nuove figure immesse in nuovi processi ripetitivi, dando luogo ad una concatenazione di pannelli in sé relativamente statici. L’interazione fra le diversi componenti sensoriali, oltre all’udito, che agiscono su un sistema favorisce l’incrociarsi astratto di flussi di dati diversi. Scaturisce anche da qui il concetto di improvvisazione e casualità…”.
Luca Sciarratta, classe 1980, viene affascinato dalla musica non convenzionale fin dalla tenera età. Comincia da chitarrista ma in breve accompagna ad essa molti altri strumenti da lui costruiti. E’ parte integrante del collettivo di improvvisazione libera fRr(r).

Contatti per infos e acquisti:
http://www.rudimentale.com
http://www.myspace.com/rudimentale
+393805294583
MSN: lsxx80@yahoo.it

Inoltre, su Walkman-podcast, puntata #36…:
PassEnger è un giovane produttore piemontese, molto attivo nell’ultimo periodo, fa la sua prima release su netlabel tramite Radiance Collective; White In mUsic l’abbiamo scoperta di recente e la stiamo apprezzando in ambito di minimal (…); voliamo a Tampa e qui il ritmo intercede attorno a distorsioni e voci effettate, è Otolathe. Chiudiamo la prima parte con l’electro abrasiva di Tv Youth. I tempi idm e melodie ripetute sono il minimo comune denominatore del finnico Lofihile, mentre i territori contemporanei ambientali sono la rappresentazione sonora del francese Etienne Michelet, autore molto attivo nella scena netaudio internazionale; SIRR è il frutto della collaborazione tra Luca Sciarratta e Tiziano Milani: acustica d’incanto; David Doiel invece produce tutto da se per la sua Identical records ed il suo suono è assolutamente digitale, infine, dal venezuela chiude Yopoman“.

Playlist :
PassEnger – when – Black Radiance EP – Radiance Collective
Renè Hamel – bleeper cell – Minimail edition Part 1 – White in Music
Otolathe – ring of pills – Enter Alia – Meantronic
Tv Youth – ceries – Sisters – Net-Lab
Lofihile – today is for nothing – Sumo EP – Lo-Kiwi
Etienne Michelet – internal ensemble – Internal – Digitalbiotope http://digitalbiotope.net/
SIRR (Luca Sciarratta & Tiziano Milani) – 01 excerpt – SIRR – Rudimentale
David Doiel – maya – Descent – Identical Records
Yopoman – R09_0060 – Autonomatismos Parcelarios – Microbio

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Di buoni ascolti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...