Traffic Gallery, Bergamo: on line il video di M-CITY & ORTICANOODLES (e in galleria fino al 30 Novembre)

Traffic Gallery, Bergamo,
fino al 30 Novembre 2008:

Stencil Art: New Pop in the Urban Culture
by
M-CITY & ORTICANOODLES
Curata da Paola Verde
post scriptum di Ginevra Bria


!> On line il video di M-CITY & ORTICANOODLES <!

Con l’occasione, Traffic Gallery è lieta di segnalare i seguenti eventi dei propri artisti:
KARIN ANDERSEN & LORENZO OGGIANO:
23-26 Ott. 2008, Florence, It
De Rerum Digitalis @ Festival della Creatività
curated by Giovanni Cervi
www.festivaldellacreativita.it

Per ogni altra infos:
TRAFFIC GALLERY CONTEMPORARY ART
Via San Tomaso, 92
24121 BERGAMO
email: info@trafficgallery.org
web: www.trafficgallery.com

——————————————————————————————–

BOOKNEWS…:

I libri di Progetto Babele:

La mia Landau
(ed altre storie)

di Giuseppe Butera
Collana: NARRATIVA
Formato: 15×10 – Pg.116
Brossurato – Cop.Colore

Gli emigranti finiscono spesso con lo sviluppare una doppia natura. Qualcosa a metà fra la necessità di sopravvivere ed il piacere di immergersi (o perdersi) in una nuova realtà. Nel caso di Giuseppe Butera, medico, emigrante, insegnante, siculo-brasiliano, scrittore, questo dualismo si manifesta narrativamente sotto forma di due cicli principali: quello “sudamericano” della Landau e quello, di ambientazione agrigentina, di Giovanna.
Possiamo seguire le peripezie di una rombante Landau sulle sconquassate strade di un sudamerica che ha più di un punto di contatto con quello nato dalla fantasia di Marquez, o dilettarci con i ragionamenti, solo apparentemente ingenui, di Giovanna Fonseca vedova Impallomeni, seguendola pigramente, le mani in tasca, tra il cielo azzurro e la terra bruciata di una Sicilia che forse non esiste più; qualunque strada decidiamo di prendere, troveremo comunque in Giuseppe Butera un anfitrione cortese ed un narratore affascinante e spiritoso, teneramente disincantato ed attento a non prendersi mai eccessivamente sul serio. (Marco R. Capelli)

Giuseppe Butera, agrigentino, leva del ‘43, tra i 18 ed i 30 anni vive in varie città siciliane senza scrivere proprio un bel niente. Gira povero in canna l’America del Sud. Si sposa con una ispano/italo/brasiliana, povera in canna anche lei. Mette al mondo molti figli e fa il medico/insegnante prime e l’insegnante/medico poi. In Brasile.
Adesso ha cominciato a raccontare quello che non gli è mai accaduto realmente, ma che, chissà, gli sarebbe anche potuto accadere. Forse perchè nessuno crederebbe a quello che gli è realmente accaduto.

Per ogni ulteriore dettaglio: www.progettobabele.it
Per entrare direttamente nel bookshop, clicca QUI.

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Di cose belle

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...