Modo Infoshop, Bologna: tra libri e musica, gli eventi del prossimo weekend

foto_logo_modoinfoshop1

Presentazione libri,
SABATO 6 DICEMBRE 2008, ore 18.30:

Editoria a testa alta
Le quarte di copertina de “Gli struzzi”

un libro di Barbara Sghiavetta (Patron editore, 2008)

ne parlano con l’autrice Riccardo Fedriga, Paolo Tinti e Maria Gioia Tavoni

editoriaatestaalta

Dalla grafica di copertina al testo della bandella, oggi il manufatto libro viene perlopiù concepito come strumento delle più audaci strategie di marketing editoriale; tuttavia basta tornare poco indietro nel tempo per scoprire che non sempre è stato così. Nei luoghi dell’editoria di cultura, editoria artigianale, fatta con passione da intellettuali e grandi editori liberi, il paratesto, in tutte le sue declinazioni, diveniva un prezioso mezzo per esprimere e veicolare al pubblico le idee di colui che, realizzandolo, dava vita libro. “Editoria a testa alta”, proprio a partire dalle quarte di copertina de “Gli struzzi” – collana nata nel 1970 con lo scopo di proporre ai giovani “libri essenziali” ad un prezzo contenuto – ci riporta sulle tracce di quella missione civica che animò Casa Einaudi nei suoi anni più felici. Erano gli anni dell’impegno, e la casa editrice torinese non rappresentava solo una vivace officina culturale, ma anche un fervente laboratorio di idee per la diffusione del sapere e il rinnovamento della società. Il catalogo storico, le invenzioni editoriali, nonché le note redazionali che finivano sul retro dei suoi libri lo testimoniano. Leggendo le quarte di copertina ( testi di autentica e semplice bellezza) riproposte e analizzate nel libro si può cosi constatare come rispecchino fedelmente gli ideali politici, etici e morali di Casa Einaudi; e come anche una quarta di copertina possa assurgere a manifesto di un’editoria condotta sempre a testa alta.
(Per saperne di più…)

* * *

Ascolti a modo,
DOMENICA 7 DICEMBRE 2008, ORE 19.00:

Improvvisatore involontario
Un-Volunteers Showcase con Feet of Mud

Federico Squassabia, Francesco Cusa, Sergio Montemagno, Yuri Argentino, Renato Miritello, Francesco Ronzon

a seguire proiezione del dvd Antivatican Coalition Against the Hippies Resistance

Improvvisatore involontario è un collettivo artistico fondato a Catania dal vulcanico batterista e compositore Francesco Cusa insieme al chitarrista e compositore Paolo Sorge, e al polistrumentista e videoartista Carlo Natoli ai quali si è subito aggiunta Raffaella Piccolo, artista visivo e web designer, nonché ideatrice di tutte le copertine dell’etichetta.
Nell’arco di pochi anni di attività l’associazione può vantare oramai una quarantina di iscritti sparsi in Italia e all’estero (prevalentemente musicisti, ma anche artisti visivi, fotografi, designer, scrittori…). Improvvisatore Involontario è anche un’etichetta discografica che si va affermando tra le più vivaci realtà della scena “gezzistica” indipendente italiana; una factory produttiva capace di ideare musica, oggetti di design, video d’animazione, rassegne musicali e reading poetici.

* * *

Per ogni altra informazione:
MODO infoshop – Interno 4 Bologna
Via Mascarella, 24/b e 26/a
40126 Bologna
tel. 051/5871012
info@modoinfoshop.com
www.modoinfoshop.com
www.myspace.com/modoinfoshop

——————————————————————————————–

PROMEMORIA…:

piulibripiuliberi

(clicca sull’immagine per avere ulteriori informazioni sull’evento)

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Di cose belle

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...