Museo Villa Cedri, Bellinzona: fino al 28/06 “Arte & Natura”, il sentimento dell’ambiente naturale nell’opera artistica contemporanea

villacedri1

Arte & Natura
Museo Villa dei Cedri, Bellinzona, Svizzera
4 aprile – 28 giugno 2009

La relazione infinita di arte & natura ha suscitato nel tempo una varietà d’immagini d’intensa forza poetica. A dieci anni di distanza dall’affascinante Viaggio verso le Alpi e nel momento che richiede una speciale sensibilità per l’ambiente, il mondo dell’arte manda segnali positivi. L’itinerario di allora illustrava la scoperta della natura a partire da Caspar Wolf, dai romantici ai simbolisti, attraverso la lettura degli elementi del paesaggio.
La rassegna arte & natura, a cura di Matteo Bianchi, considera il rapporto singolare con la natura costruita dagli artisti chiamati a partecipare a questo nuovo viaggio che si configura fra la terra e il cielo, nello spazio del quadro, sui fogli di carta.
Le diverse interpretazioni del rapporto fra arte e natura producono una straordinaria varietà: ogni artista esprime la qualità del linguaggio e la sensibilità etica corrispondenti al carattere individuale del suo lavoro. Le opere sono legate al naturalismo informale, spinte alla soglia dell’astrazione, d’intensità lirica, fortemente espressive, finemente descrittive, di sintesi concettuale.

moser72
Wilfrid Moser, Ohne Titel (Parois), 1976 ca., acrilico e gesso su tela, 130 x 89 cm., Stiftung Wilfrid Moser, Zürich

Le opere scelte di artisti contemporanei di varia estrazione culturale, sono legate alla costruzione del sentimento originale della natura. Alcuni esempi: Geneviève Asse, Olivier Debré, Massimo Cavalli, Pierre Tal Coat, Wilfrid Moser e Vieira da Silva utilizzano l’elemento naturale quale pretesto per conferire struttura all’immagine. Michael Biberstein invita alla dissoluzione dell’atmosfera, a differenza di Günter Förg, che ricompone il motivo nei segni di colore. Le delicate immagini di Gérard de Palézieux, d’impronta morandiana – come il mondo di Alexandre Hollan e di Farhad Ostovani – suggeriscono l’intima lettura del paesaggio. Ercan Richter e Stephan Spicher si muovono in direzione espressiva e decorativa. Gianfredo Camesi, Bernhard Lüthi e John Mavurndjul traducono il motivo in singolari termini concettuali. Hsiao Chin suggerisce invece una visione astrale del fenomeno naturale.
“I protagonisti di questo insolito viaggio – scrive nell’introduzione Matteo Bianchi – compiono un breve miracolo al nostro sguardo quando ci regalano l’emozione della natura che vive nella pittura: in sequenza, per frammenti singolari. Ciascuno a modo suo, con il proprio linguaggio e la propria sensibilità. Scelte di tendenza si rispecchiano nella speciale varietà di artisti chiamati a formare un’ideale rassegna. Motivo di natura assunto come pretesto, sensibile e culturale. Motivo di pittura che traduce l’istanza della natura.
L’articolazione del rapporto fra arte e natura rivela un’affascinante varietà d’immagini che oscillano dalla visione generale a quella particolare, dall’approccio mentale a quello istintivo, dalla resa fedele del motivo alla sua astrazione … secondo un sistema di varianti di qualità linguistica e emotiva scritte a carattere individuale e organizzate come i movimenti della musica, e del mare, dal giorno alla notte, nel cambio delle stagioni: così si alterna il diverso umore del rapporto arte & natura nelle stanze del museo, fra le pagine d’arte.”
L’approdo ideale della mostra si compie nel libro a più voci, critiche e poetiche: prose nel vento le avrebbe chiamate François Cheng. Un libro nel quale risuonano voci lontane: Shitao, Rembrand, Turner, Wolf e altri ancora. Accanto alle opere degli artisti in mostra, scorrono gli scritti di Matteo Bianchi, Yves Bonnefoy, Olivier Delavallade, Rosa Pierno e Jean Louis Schefer. Un florilegio della poesia di Philippe Jaccottet e Gabriela Llansol – a cura di Fabio Pusterla e Carolina Leite – e la documentazione sugli artisti completano il sommario del catalogo edito da Pagine d’Arte.

Gli artisti:
Camilla Adami
Geneviève Asse
André Bazaine
Michael Biberstein
Giuseppe Bolzani
Gianfredo Camesi
Massimo Cavalli
Hsiao Chin
Olivier Debré
Enrico Della Torre
Günther Förg
Alexandre Hollan
Bernhard Lüthi
John Mavurndjul
Paolo Mazzuchelli
Piet Moget
Wilfrid Moser
Giulia Napoleone
Farhad Ostovani
Gérard de Palézieux
Ercan Richter
Stephan Spicher
Arpad Szenes
Pierre Tal Coat
Vieira da Silva
Petra Weiss

Informazioni:
Museo Villa dei Cedri
Piazza San Biagio 9 – CH-6501 Bellinzona
T +41(0) 91 8218518 F +41(0) 91 8218546
museo@villacedri.ch
Orario d’apertura: martedì – venerdì 14.00 – 18.00, sabato, domenica e festivi 11.00 – 18.00; chiuso lunedì. Aperture serali fino alle ore 20.00 il primo giovedì di ogni mese.
Ingresso: fr. 8.- (euro 5.50), ridotto fr. 5.- (euro 3.50)
Animazioni per scolaresche e visite guidate su richiesta
Giornata internazionale dei musei: domenica 17 maggio
Giornata delle porte aperte al museo : domenica 28 giugno

Ulteriori informazioni presso:
uessearte
via Natta 22, Como
tel. 031.269393 fax 267265
info@uessearte.it
www.uessearte.it

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Di cose belle

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...