Archivi del mese: settembre 2009

Modo Infoshop, Bologna: giovedì 01/10 presentazione di “La Nascita dell’Agricoltura”, un libro di Gianpiero di Maida

foto_logo_modoinfoshop1

Presentazione libri,
GIOVEDI’ 1 OTTOBRE 2009, ore 21.30:

La nascita dell’agricoltura
un libro di Gianpiero di Maida
(Il Primitivo editore)

Incontro con l’autore Gianpiero di Maida e Claudia Cardella de Il Primitivo editore

prrrrimitivo

Perché l’uomo è un animale che sfrutta i suoi simili? E qual è l’origine di questa malsana abitudine, unica nel suo genere nel mondo animale? Cosa collega l’inizio dell’agricoltura allo sfruttamento dell’uomo sull’uomo?

L’autore parte da questi presupposti per analizzare con acume, ironia e molta competenza, cosa ha spinto i primi cacciatori e raccoglitori a cambiare le loro abitudini, a diventare stanziali, dando così la stura a molti costumi che nei millenni non sono cambiati poi di molto.

Ma ad una parte “storica” ne segue una di attualità: cosa vuol dire rendersi conto adesso che le maggiori tappe dell’evoluzione civile umana sono in realtà viziate da tare e problemi così gravi da minarne le fondamenta stesse? Che speranze ha l’umanità tutta di cambiare il suo percorso – dopo millenni di costante e continua marcia su un solo sentiero? Il finale di una visione così radicale e distruttiva non può che essere ottimista: come nelle migliori tradizione fiabesche, non può mancare un happy end!

——————————————————————-

Per ogni ulteriore dettaglio:
MODO infoshop – Interno 4 Bologna
Via Mascarella, 24/b e 26/a
40126 Bologna
tel. 051/5871012
info@modoinfoshop.com
www.modoinfoshop.com
www.myspace.com/modoinfoshop

Lascia un commento

Archiviato in Di cose belle

Sabato 3 Ottobre, Fano: “FOTOGRAFIA ITALIANA – 5 film 5 grandi fotografi”: Gabriele Basilico, Gianni Berengo Gardin, Franco Fontana, Mimmo Jodice e Ferdinando Scianna

cartolinajpg
(clicca sull’immagine per scaricare il programma dell’evento su file pdf)

LA FOTOGRAFIA ITALIANA A FANO

In occasione della quinta edizione della “Giornata del Contemporaneo” indetta da Amaci, l’associazione culturale Centrale Fotografia ha organizzato a Fano un evento importante: un’intera giornata dedicata alla visione in versione integrale, di FOTOGRAFIA ITALIANA – 5 film 5 grandi fotografi, una serie di film documentari prodotti da Giart – Visioni d’arte di Bologna con il patrocinio della Cineteca di Bologna e distribuiti da Contrasto, dedicati ai fotografi italiani tra i più noti a livello internazionale: Gabriele Basilico, Gianni Berengo Gardin, Franco Fontana, Mimmo Jodice e Ferdinando Scianna. Autori molto differenti tra loro per stile e poetica, in grado pertanto di rendere la complessità e la qualità dell’espressione italiana nel campo fotografico.
Sabato 3 ottobre 2009, dalle 9.30 alle 13.00 e dalle 15.00 alle 19.30, presso la Sala di Lettura del Palazzo San Michele, nella sede della Facoltà di Scienze e Tecnologie dell’Università degli Studi di Urbino “Carlo Bo”, in via Arco d’Augusto 2 a Fano, dopo il saluto delle autorità, inizieranno le proiezioni dei film: tre al mattino con inizio alle ore 9.30, e due al pomeriggio con inizio alle 15.00.
Al termine delle proiezioni, alle ore 17.15, avverrà un incontro con: Luca Molducci (produttore dei film), Alice Maxia (autrice), Giampiero D’Angeli (regista), moderatori dell’incontro saranno Alberto Berardi e il curatore dell’iniziativa Marcello Sparaventi. All’evento hanno collaborato Fondazione Cassa di Risparmio, Caffè Centrale, Teatrodelleisole e Omnia comunicazione editore.
Ogni film ha una durata di circa 50 minuti ed è caratterizzato da uno stile e un’atmosfera in accordo con la personalità del protagonista, che racconta di sé e del proprio lavoro senza mediazioni con lo spettatore. Si alternano riprese in interno realizzate nello studio del fotografo e in camera oscura, e riprese in esterno nei luoghi più significativi per la sua storia. Il racconto è accompagnato dalla visione di fotografie celebri e di altre meno note. Il progetto permette, in occasione della “Giornata del Contemporaneo”, di approfondire la conoscenza di questi straordinari artisti e nel tempo stesso della fotografia, uno dei linguaggi centrali della contemporaneità.

Infos: www.centralefotografia.com

Lascia un commento

Archiviato in Di cose belle

Da giovedì 01/10 a Bologna il LABORATORIO COMICO di Bruno Nataloni

BRUNO_NATALONI
Bruno Nataloni on stage

“Contro il logorìo della vita moderna”, vuoi passare un paio d’ore antistress divertendoti e imparando a far divertire? Ridendo e imparando a far ridere?

Da giovedi 1 ottobre 2009 dalle 18 alle 20 presso il Circolo “La Fattoria”, via Pirandello 3 Bologna:

LABORATORIO COMICO
con Bruno Nataloni

Il Laboratorio avrà cadenza settimanale (sempre il giovedi dalle 18 alle 20) e sarà costituito da due livelli (indipendenti, si possono frequentare entrambi o sceglierne uno).
Il primo livello, intitolato “Si fa per ridere”, da ottobre a dicembre.
Il secondo livello, intitolato “Narrarsi”, da dicembre a gennaio.

Prezzi popolari:
60 euro al mese (Sconti per i soci Coop)

Per ulteriori informazioni e iscrizioni:
338-8521127
Non esitare! Prima lezione di prova gratuita!

Livello “SI FA PER RIDERE”:
GIOCHI DI DISINIBIZIONE
• Giochi mirati a cementare il gruppo.
• Giochi mirati a sviluppare la disponibilità al “lasciarsi andare”.
• Giochi mirati a sviluppare fiducia nelle proprie capacità.
• Giochi mirati alla costruzione di un’atmosfera di “assenza di giudizio”.
COSTRUZIONE DEL PERSONAGGIO COMICO
• Tecniche di base del clown teatrale.
• Carattere e “punto di vista” del personaggio comico.
• “Eccesso” e “Contrasto”.
ELEMENTI DI SCRITTURA COMICA
• Concetto di “crescendo drammatico”.
• Il monologo.
• Concetto di “conflitto drammatico”.
• Lo sketch.
• Analisi della battuta comica ed esercizi di costruzione.
LA COPPIA COMICA
• Primo Zanni e Secondo Zanni nella Commedia dell’Arte.
• “Bianco” e “Augusto” nella tradizione circense.
• La “Spalla” e il “Comico” nella tradizione dell’ Avanspettacolo e della Rivista.
• Il “Doppio Parodico” nel cinema americano.
• Analisi di alcune coppie comiche storiche.
• Il Trio e il Quartetto.

Tutto il programma verrà integrato con la visione di audiovisivi e verrà suggerita una bibliografia.

Livello “NARRARSI”
Laboratorio teatrale per uomini e donne con un passato da raccontare…

Il laboratorio ha come finalità la messa in scena di testi creati dai partecipanti. Il materiale drammaturgico verrà attinto dal patrimonio di memorie che ogni membro del gruppo vorrà donare. Non un corso di teatro basato su testi conosciuti ma un’ esperienza molto coinvolgente nella quale mettersi in gioco con emozione. Al piacere di recitare si aggiungerà il piacere di costruire i testi e di poter narrare le esperienze più significative della propria esistenza.
Verrà dato particolare risalto a quelle storie personali che, intrecciate insieme, creino una tessitura narrativa che lasci trasparire in controluce le vicende della grande Storia, dunque vedremo la memoria personale che confluisce nella memoria collettiva e viceversa.
Grande importanza verrà data al registro comico e umoristico.
Il percorso sarà il seguente:
– “Fondazione” del gruppo in un clima di fiducia e disponibilità.
– Raccolta del materiale narrativo.
– Creazione di un ordine drammaturgico coerente.
– Elementi di base della recitazione.
– Recitazione applicata ai racconti creati dai partecipanti.
– Tecniche del comico:
Fiducia in sé, fiducia nel gruppo
Improvvisazione comica
Disinibizione e presenza scenica
Studi sulla coppia comica
Il monologo e la scena di gruppo
La “maschera”individuale
La parodia
Ridere “con te” e non “di te”
– Messa in scena.

BRUNO NATALONI
Dopo aver frequentato l’Accademia d’Arte Drammatica capisce qual è la sua grande vocazione: fare il cretino! Continua la sua formazione con Philip Radice (Metodo Lecoq, presso l’Atelier Teatro Fisico di Torino) e Salvo Pitruzzella (Drammaterapia, presso la scuola di artiterapie “La linea dell’Arco” di Lecco).Si laurea al DAMS di Bologna con una tesi sul Teatro Comico. Fonda la compagnia degli Gnorri con Natalino Balasso, Domenico Lannutti (con cui forma anche una più che decennale coppia comica), Corrado Nuzzo e Rita Pelusio.
Ha fatto parte del cast del Laboratorio Zelig di Bologna e della Fabbrica dei Comici dell’Ambra Jovinelli di Roma, con la direzione artistica di Serena Dandini. Ha vinto il Festival dell’Umorismo di Grottammare nel 2004 e, nel 2005, il Premio Tognazzi. In televisione lo abbiamo visto in “Settima Dimensione” (La7) e “Tintoria” (Rai 3).

P.S.: il blog ringrazia Marco Mezzetti per aver segnalato quanto sopra.

Lascia un commento

Archiviato in Di cose belle

Fino al 04/10: “XX3//~ Interventi di arte contemporanea nella citta’ di Perugia”, con (anche) Clara Luiselli

clara_perugia

clara_perugia2

Clicca sulle immagini per avere maggiori dettagli sull’evento, tratti da Artico Art Magazine, http://www.articoweb.it/

Clicca QUI per leggere i post che il blog ha dedicato a Clara Luiselli, affascinante artista sovente di passaggio da Thule…

Lascia un commento

Archiviato in Di cose belle

LuganoinScena ’09-’10: al via la nuova stagione di teatro, danza, musica e molto altro…

luganoinscena
(clicca sull’immagine per aprire il sito web e conoscere ogni dettaglio e informazione sull’evento)

Non solo teatro…
LuganoInScena è la nuova denominazione di quella che è stata fin qui “Stagione Teatrale” di Lugano. Il cambiamento sottolinea il fatto che il cartellone sta progressivamente ampliando l’offerta: oltre alla stagione di teatro, ce n’è una di danza, una di musica “altra”, una serie di eventi speciali. Il programma abbraccia a ventaglio una porzione sempre più grande dell’affascinante e multiforme universo delle arti sceniche.

> Scarica qui la presentazione ufficiale dell’evento (file pdf).

Lascia un commento

Archiviato in Di cose belle

Booknews da Nottetempo: “La Contessa di Ricotta”, di Milena Agus

logo_nottetempo

presenta:

LA CONTESSA DI RICOTTA
di Milena Agus

Dal 1 ottobre in libreria

cover_agus_ricotta

Tre sorelle vivono in tre appartamenti appartamenti di un palazzo nobiliare dell’antico quartiere Castello di Cagliari, dove si mescolano poveri e ricchi come usava un tempo nel centro delle città. La maggiore, Noemi, sogna gli splendori perduti (il palazzo era un tempo tutto loro), tentando di ricostruirli con avarizia e puntiglio, mentre la seconda, Maddalena, sposata a Mauro, sogna di avere un figlio, e l’ultima, detta “Contessa di ricotta”, “perché è maldestra, mani di ricotta, e perché tutta la realtà fa male al suo debole cuore, anche lui di ricotta”, sogna l’amore. È lei la sola ad avere un figlio, Carlino, piccolo terremoto e squisito pianista. Intorno alla famiglia e alle sue illusioni, ci sono personaggi piú solidi, piú concreti, ma non meno sfuggenti, perché, dopo tutto, solo le illusioni non fuggono. E chissà che fra gli uni e gli altri, non sia un giorno possibile “volare e poi atterrare e centrare la pista senza sfracellarsi”, che sarebbe, in fondo, una gran bella soddisfazione. Il quarto romanzo di Milena Agus ci riporta in quel mondo tutto suo, dove incanto e disincanto si mescolano senza mai sciogliere il verdetto. I romanzi della Agus hanno rappresentato un successo letterario in Italia e all’estero e sono stati tradotti in una ventina di lingue.

Le tre sorelle sono sorelle caleidoscopio, dove la vita si riflette in frammenti colorati, e a ogni lettore è lasciata la scelta di chi preferirà, da chi vorrà scappare, da chi imparare, con chi ridere“. Cristina De Stefano.

Collana: narrativa
Prezzo: 13,50 euro
Pagine: 136
Uscita: 1 ottobre

Per ogni altra informazione:
Nottetempo, via Zanardelli 34, 00186 Roma, tel/fax 06.68308320
www.edizioninottetempo.it

1 Commento

Archiviato in Di cose belle

“LIBERO”, l’ultimo romanzo di Luca Rota (Giraldi Editore) è in libreria e sul web – insieme a tutti i precedenti libri!

Copertine_Libri
(Clicca sull’immagine per avere ulteriori informazioni)

LIBERO“, il nuovo romanzo di Luca Rota (Giraldi Editore), è in tutte le librerie – ma lo sono anche le precedenti opere edite, che potete acquistare in libreria oppure on line QUI o QUI.

QUI potrete avere ogni notizia utile su “LIBERO”.

Lascia un commento

Archiviato in Di buona memoria, Di buone letture, Di cose belle, Di nuove letture, Di tutto di più!