Nottetempo ricorda Claude Levi-Strauss, scomparso domenica 01/11 a Parigi

strauss

Con profonda emozione e devozione Nottetempo (e Cronache da Thule si unisce, n.d.s.) piange la scomparsa del maestro Claude Lévi – Strauss.
Si ricordano le due opere dell’ antropologo ed etnologo francese pubblicate da Nottetempo:

Tropici più tristi
Un’intervista a Claude Lévi-Strauss è una rarità, ma questa è qualcosa di più, è epocale. Perché in questa intervista, pubblicata da Le Monde il 22 febbraio scorso e riscritta dall’autore per la pubblicazione in volume, il grande antropologo racconta il suo rapporto con il Brasile, dove ha fatto le prime esperienze di etnologo, che hanno ispirato il suo libro “Tristi tropici”; riepiloga la vita di ricerca e di scoperta, e osserva l’evoluzione di quel mondo, con l’acutezza e l’intelligenza di chi ha avuto il mondo come oggetto di studio. I “Tristi tropici” che Lévi-Strauss ci ha fatto conoscere, quel mondo in mutazione, a cavallo fra due epoche, due civiltà, fra una tradizione in procinto di essere abbandonata e la cosiddetta civiltà occidentale non ancora assimilata, oggi sono ancora più tristi, e noi ci troviamo forse in quella stessa situazione: fra una cultura smemorata e un nuovo mondo che non ha nulla di ‘valoroso’.

Cristi di oscure speranze
Intervista di Silvia Ronchey e Giuseppe Scaraffia

In quest’intervista rilasciata nel 1998 nella sua casa di Parigi, Claude Lévi-Strauss affronta temi fondamentali, dalla dieta vegetariana contrapposta a quella carnivora alle metamorfosi della famiglia nell’epoca contemporanea. Il grande antropologo evoca inoltre la sua infanzia e la sua formazione famigliare, l’intenso rapporto con la musica, gli studi e gli ambienti accademici, il congedo dalla carriera universitaria, l’importanza della scrittura narrativa per la ricerca, l’orientamento morale nell’avventura della vita e del mondo. Ricorda la scimmietta Lucinda, sua compagna durante le esperienze sul campo tra le tribú primitive del Brasile. A cento anni dalla sua nascita, Claude Lévi-Strauss è sempre un fine interprete del nostro tempo e del mondo a venire, e da questa fulminante intervista, fra le ultime rilasciate dal grande antropologo, emerge il ritratto di un pensatore-viaggiatore, di un ateo lucido e di un moralista disincantato.

logo_nottetempo
Nottetempo, via Zanardelli 34, 00186 Roma, tel/fax 06.68308320
www.edizioninottetempo.it

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Di buone letture, Di tutto di più!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...