Nudi e sporchi di sangue, in piazza a Madrid, per dire “NO” alle pellicce – o per una “equa” par condicio…


(immagine e notizia tratti da www.tio.ch)

Attivisti nudi e coperto di simbolico sangue finto per chiedere, come ogni anno, il divieto di fare pellicce da animali. Questo il macabro scenario che alcuni attivisti hanno messo in atto nel pieno centro di Madrid. “Quante vite per un cappotto?”. E’ lo slogan dei cinquanta manifestanti che si sono tolti i vestiti in una domenica fredda e piovosa a Plaza del Sol, nel cuore della capitale spagnola. Uomini e donne di tutte le età che per 20 minuti hanno resistito a soli sei gradi centigradi completamente nudi. Un modo decisamente originale per mostrare il loro disprezzo per tutti i tipi di pelliccia…
(continua qui a leggere l’articolo completo)

A Thule non si è contrari di principio all’uso di pelli animali per proteggersi dal freddo, tuttavia si ritiene che un’usanza del genere debba necessariamente comportare un equo regime di par condicio, il che automaticamente lo rende non sostenibile per una civiltà che si ritenga tale. Peraltro, una volpe non abbisogna certo di pelle umana per proteggersi dal freddo, esattamente come l’uomo in senso opposto, e tale evidenza chiude con logica inappuntabile la questione.

Per saperne di più, si consiglia di visitare PELLICCE – Per un acquisto consapevole, un sito blog curato dal Comitato Scientifico della MI.F.A. – Missione Fauna & Ambiente ONLUS, che tratta l’argomento con notevole chiarezza, solide basi scientifiche e senza alcuna esagitazione – a volte comprensibile ma altre controproducente.

Annunci

6 commenti

Archiviato in D'ira, Di devianze..., Di riflessioni Thuleane..., Di tutto di più!

6 risposte a “Nudi e sporchi di sangue, in piazza a Madrid, per dire “NO” alle pellicce – o per una “equa” par condicio…

  1. Castorino

    Quanti culi flaccidi che non hanno niente da fare !

    Povera Italia e Povera Spagna.

    Quando non si riesce a vincere facendo funzionare la testa la gente deve fare queste buffonate pur di farsi notare.

    Pessimo articolo

    • Ciao Castorino, e grazie per aver visitato il blog e per il tuo commento.
      Forse hai ragione sul farsi notare e sulla “consistenza” delle parti nobili nell’immagine, ma personalmente preferisco quei “culi flaccidi” impegnati per una causa nobile, ai tanti altri culi sodi e molto più belli da ammirare, però impegnati da tante parti (TV in primis) a spandere avvenente deficienza senza scopo alcuno…
      E se l’articolo è pessimo… “De gustibus”, e meno male che sia così, ma permettimi di difenderne il senso.
      Grazie ancora, e a presto!

  2. Invece l’articolo è bellissimo, e chi dovrebbe vergognarsi sono quei sederi coperti (e secondo me neanche tanto sodi) che indossano pellicce!

  3. Glenda

    bellissimo articolo, magari ci fossero più persone che si attivassero in questo modo invece di sprecare il tempo a far cose inutili.
    mi chiedo come nel 2010 si possa ancora torturare cosi dei poveri animali indefesi, quando gli inserti dei cappotti potrebbero benissimo essere fatti di pelliccia sintetica, praticamente ormai identica alla vera.
    L’uomo non capirà mai che gli animali non sono di sua proprietà, e fare del male a povere creature per una stupida moda è un’assurdità indescrivibile.

    • Ciao Glenda!
      Grazie per aver visitato il blog e per l’apprezzamento all’articolo. Che dire, se non che concordo con quanto scrivi! L’uomo si è arrogato il diritto di poter fare del mondo (abitanti compresi) tutto ciò che vuole, e su questa “elementare” pretesa si basano buona parte dei problemi ambientali che ora ci troviamo ad affrontare e subire: pare aver inventato il concetto di “etica” solo per poi negarlo di continuo, soprattutto nel necessario equilibrio tra sé e il mondo in cui vive…
      Cambiare questo atteggiamento è indispensabile, ancor più quando – come dici tu – serve soltanto per futilità quotidiane. Un tempo si potevano capire i primitivi che si coprivano di pelli animali per difendersi dalle intemperie; oggi, continuare a fare i primitivi quando si possiede tutto quanto serve per non esserlo, è pura e semplice stupidità.
      Grazie ancora per il tuo intervento!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...