“Premio Perelà”: scrittori leggono scrittori. Il bando di concorso dell’edizione 2010

Premio Perelà: scrittori leggono scrittori
Se hai già pubblicato un libro, ecco l’occasione che aspettavi!

Dopo la vittoria di Paolo Mascheri con il romanzo Il gregario (Minimum Fax), parte la nuova edizione del Premio Perelà. Il concorso, che è riservato ai testi narrativi editi in lingua italiana, si avvale di una Giuria d’eccezione, vale a dire quattro tra le più prestigiose scuole di scrittura operanti in Italia:
Scuola Holden: Corso Biennale in Scrittura e Storytelling
Scuola di scrittura narrativa di Raul Montanari. Archivi del ’900, Milano
Lalineascritta Laboratori di Scrittura
Laboratorio di Scrittura Walter Tobagi Venezia

La loro dislocazione in aree culturali strategiche permetterà ai partecipanti di farsi conoscere da lettori di varia appartenenza geografica dotati di autentica passione per la letteratura. Con tutto ciò che potrà conseguirne sotto il profilo promozionale e pubblicitario, sia per gli Autori che per gli Editori.
Intitolato all’omino di fumo del romanzo futurista di Aldo Palazzeschi, il Premio Perelà desidera rendere omaggio allo scrittore che più di ogni altro ha saputo declinare la cultura in senso giocoso conferendole un connotato di leggerezza che, anche in tempi come i nostri, ci ricorda l’importanza dell’ironia e del sorriso.
Come tributo a Palazzeschi, nato e vissuto a Firenze, è da intendersi anche il premio previsto per il vincitore, ossia un soggiorno nel capoluogo toscano.

Curatrice del Premio Perelà è Anna Petrazzuolo, editor e consulente editoriale.

Scadenza: 17 aprile 2010
Con il Patrocinio Morale del MiBAC – Ministero per i Beni e le Attività Culturali.

Info:
> Visita QUI la pagina web ufficiale del Premio.
> Scarica QUI il bando di concorso 2010 del Premio.

Annunci

2 commenti

Archiviato in Di cose belle

2 risposte a ““Premio Perelà”: scrittori leggono scrittori. Il bando di concorso dell’edizione 2010

  1. Dova Cahan

    vorrei concorrere al vostro premio con il mio libro
    “Un Askinazita tra Romania ed Eritrea” al vostro
    prossimo conconso.
    Grazie

  2. Dova Cahan

    IL LIBRO E PRENOTABILE , IN USCITA TRA AGOSTO /SETTEMBRE -GDS Edizioni

    Dova Cahan è nata a Bucarest, Romania, il 17 giugno 1947. Nel febbraio 1948, all´eta di sette mesi, giunge ad Asmara, Eritrea, dove ha vissuto fino al giugno 1967. Con la Guerra dei Sei Giorni si è trasferita in Israele per proseguire gli studi, per cercare di realizzare di, una nuova vita e integrarsi in quello che era lo Stato ideale di suo padre, attivista sionista romeno che dovette abbandonare la Romania dopo l´avvento del comunismo per rifugiarsi come profugo in Eritrea. Vent´anni vissuti ad Asmara, in quell´oasi dell´Africa Orientale, hanno lasciato un´impronta profonda in lei che difficilmente può essere cancellata. Nei quarant´anni vissuti in Israele ha conosciuto tutti i momenti difficili di questa giovane nazione sempre sottoposta a continue guerre: la Guerra di Yom Kippur del 1973, la guerra di Saddam Hussein del 1999 con la protezione delle maschere anti-gas, le due guerre del Libano, la guerra di Gaza, per non parlare degli attentati terroristici con cui sia lei che sua sorella Lisa si sono molte volte trovate a fare i conti

    se potete pubblicare il mio libro sul vostro blog..
    grazie

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...